Silverstone GP – Sabato: Verstappen la ribalta. Tre punti mondiali e pole!

Silverstone GP – Sabato: Verstappen la ribalta. Tre punti mondiali e pole!

Primo Sabato della Sprint Qualifying Race. Una gara da 100 km che ci anticiperà ciò che potremo vedere domani, che segnerà la griglia di Domenica e soprattutto ci dirà – suona stranissimo – chi sarà in Pole Position!

Si inizia però con le Prove Libere 2 dove i Team e piloti lavoreranno presumibilmente sui long run in ottica Spriont Race, ma anche pensando a domani. Ieri i Team infatti hanno provato e si sono cocncentrati sulle simulazioni qualifiche e qualche breve passaggio su stin medio lunghi, in particolare Mercedes, ma anche Ferrari, Alpha Tauri e McLaren hanno testato le gomme M per brevi stint.

Ci siamo, diamo il via all’azione in questo soleggiato sabato britannico, ancor più caldo con le tribune piene di tofis.

PROVE LIBERE 2

Temperatura asfalto 41
Temperatura aria 25

SEMAFORO VERDE

Evidente i vari lavori nelle scuderie, molto diversi. Ferrari ha iniziato diversificando la strategia, concentrandosi presumibilmente sulla gara di domani. H per Leclerc e M per Sainz. Mercedes in pista gomma H per Hamilton e S per Bottas, poi si scambieranno durante la sessione. Lavoro su M per la RedBull, mentre poi Perez passerà alla S e Verstappen con la H. Non uno stint entusiasmanete su gomma Soft per Perez, pochi giri invece su H per l’olandese che però su M è stato veloce e consistente. McLaren ha svolto lavoro su gomma Soft all’inizio e poi su gomma Media. Ocon molto lavoro su gomma Soft mentre Alonso si è focalizzato sulla Media per poi inventirsi a fine sessione. Gasly ha lavorato su gomma H e Media, Tsunoda su H e Soft. Aston Martin ha provato solo gomme M e H probabilemente in vista anhce della gara di domani.

Durante la sessione Carlos Sainz si ferma ai box per risolvere il problema dell’aria che, come riportato da Mara Sangiorgio, infastidiva lo spagnolo anche a livello di comunicazioni con Riccardo Adami.

Sessione che risulta molto difficile da seguire, poco entusiasmante forse data la mancanza di giri veloci e piloti che spingono al limite, ma ingegneri e piloti sono stati impegnati fino all’ultimo. Lavoro tutto sulla comprensione delle gomme per capire al meglio la scelta per oggi pomeriggio, ma anche la gara di domani che sarà Free Tyre Choice!

Red Bull appare molto consistente, soprattutto con un Max Verstappen che entra in pista e piazza subito tempi impressionanti anche per Sergio Perez. Il messicano non sembra nel suo miglior weekend, non uno stint clamoroso sulle Soft per lui. Mercedes è sembrata focalizzarsi maggiormente sulla gara di domani, con carichi di benzina più elevati dell’avversario.

Dietro la Ferrari ha fatto due ottimi tempi di attacco, diversificando subito la strategia in pista cosa che non è stata poi molto ripresa dagli altri team. Nel secondo stint, si è visto più gente lavorare con Gomma S e gomma H. Il ritmo non è sembrato propriamente male, con Carlos anche costante su gomma S, mentre Leclerc si è lamentato dell’usura eccessiva delle gomme, anche se poi il suo ultimo tempo, a fine stint, non è stato male quanto fanno capire le lamentele.

Ritmo McLaren molto buono con i due piloti mai così vicini sul ritmo, questione di millesimi e questo fa capire il loro potenziale. Nessun lampo, ma tanta consistenza. Aston Martin si trova bene con le gomme M e H, ma il ritmo degli altri sembra superiore. Williams pare avere il ritmo per poter sperare di essere nel Midfield. Ocon ha offerto qualche buon giro, però poi ha fatto il gambero a livello di tempi, salvo qualche altro giro positivo. Inutile sottolineare quanto siano tutti molto compatti nei tempi. Davvero impossibile prevedere cosa succederà oggi pomeriggio, anche perché la scelta della mescola è ampia sia la S che la M infatti sembrano poter essere usate. Difficile la H visti i pochi giri, più probabile in gara.

SPRINT QUALIFYING RACE

Ci siamo! E’ arrivato il momento della prima Sprint Qualifying Race della storia, qui in uno dei tempi della Formula 1: Silverstone.

Hamilton parte davanti a tutti, Verstappen al suo fianco. Bottas e Leclerc in terza fila. Perez-Norris e poi Ricciardo con il sorprendente Russell. A chiudere i primi 10 post Carlos Sainz e Sebastian Vettel, entrambi insoddisfatti del proprio giro in Q3 e vogliosi dunque di migliorare le rispettive posizioni in vista della gara di domani.

Temperatura asfalto 49 gradi
Temperatura aria 27 gradi

Ricordiamo che la scelta delle gomme da usare è libera per tutti i piloti in griglia, questo aggiungerà sicuramente un tema per l’azione e lo spettacolo in pista. Mini gara da 100 Km che varrà come qualifica per determinare le posizioni domani. A Silverstone saranno quindi 17 giuri full gas per tutti.

Gomma M per molti.
Gomma S per Bottas, Alonso, Ocon, Raikkonen.

Nei primissimi quindi solo Bottas opta per una scelta aggressiva, evidente il tentativo di attaccare Verstappen e impedire che Leclerc e Perez infastidiscano da dietro. Alpine oggi aveva lavorato sulla gomma SA, prima con Ocon e a fine stint con Alonso ed ha evidentemente promosso la scelta. Tra gli altri poi solo Kimi Raikkonen, solitamente bravo nella gestione degli pneumatici, per questo compound. Media quindi per tutti gli altri piloti. Esclusa, come da previsione, la gomma H!

Giro di formazione iniziato per i vari piloti.

Le macchine tornano in griglia di partenza e prendono posizione ognuno nella propria casella. C’ curiosità, ma anche tanta tensione perché è pur sempre una partenza di una gara. Bandiera verde!

SI PARTE

Partenza molto aggressiva da parte di tutti. Verstappen supera Hamilton, Leclerc attacca Bottas ma deve desistere, anche vista la diversa mescola. Alcune bandiere gialle anche per via dei vari clotte in pista. Sainz sicura,mente qualche contatto o problemi essendo finito 19imo. Lotta Perez-Ricciardo per 7 posizione. Alonso partenza super con gomma S arriva 5! Ocon è salito 11, Russell ha già perso due posizioni ed 190. Vettel 8!

Sainz supera Tsunoda.

Verstappen è partito con gomma incandescente, addirittura fuoco sull’anteriore sinistra. Partenza orribile di Hamilton che pattina e viene superato da Max e ha rischiato anche con Bottas. Leclerc attaccato dalle McLaren, tiene in partenza.

Sainz ha perso tutte le posizione a causa di un contatto con George Russell (gli costerà l’arretramento im griglia di 3 posizioni) alla fine della prima zona DRS, viene toccato da Russell che allarga e lo spinge fuori pista. Carlos dopo 3 giri sta già risalendo ed è 16!

Gira in 1.30 alto Verstappen e Hamilton. 1.31.3 Bottas, 1.31.0 Leclerc. Gli altri sono tutti sopra 1.33, con Alonso con mescola Soft a guidare il gruppo.

Alonso si deve difendereda Norris. Charles prova a tenere il ritmo di quelli davanti, ma è impossibile, però sta girando più veloce di quelli dietro tenuti, forse, da Alonso. Perez rimasto per ora incastrato dietro Alonso e Norris.

Sainz supera anche Antonio Giovinazzi, partenza sfortunata per lui, che sta cercando di rimediare.

Alonso continua a muoversi ad S sul rettilineo per evitare di dare la scia a Norris, attaccato e in piena zonda DRS. Da Alonso a Russell sono in un trenino. Carlos riesce a superare anche Stroll. Ferrari con ritmo, ma partite così indietro dopo il contatto lo sfavorisce.

Bottas gira 1.3.8, Leclerc 1.31.0, Alonso 1.32.5.
ATTENZIONE! Perez la perde uscita a Chapel e va fuori, rientra pericolosamente in pista… Mooolto pericoloso! Ha sfiorato il muro per poco. La perde completamente quando va sul gas.. Fortunato ma errore da parte sua.

Norris supera Alonso, giro 6 ed ora si mette a inseguire Leclerc che ha costruito 9 secondi di vantaggio.
Carlos Sainz è arrivato sotto a Kimi Raikkonen, che però usa gomma Soft.

Investigazione per l’incidente Russell-Sainz.

Verstappen continua a tenere un ritmo incredibile, più di 1.5 su Hamilton 1.30.199, Ham 1.30.451, Bottas 1.30.922, Lec 1.31.123, Nor 1.31.963.

La difficoltà per Carlos ora sta nell’uso della soft di Kimi ma anche nel DRS usato da tutti.

Perez è ora 18 e prova a recuperare su Latifi davanti a se.

1.30.340 Ver, 1.30.608 Ham, 11.31.015 Bottas, 1.31.105 Lec 1.31.445 Norris. Alonso si difende da Ricciardo.

Siamo già a metà gara, tantissima azione in pista ., I piloti non si stanno affatto tenendo.
Alonso continua a difendersi con waiving sul rettilineo.

1.30.190 Verstappen, 1.30.305 Ham, 1.31.157 Bot, 1.31.157 Lec, 1.31.057 Nor. Alonso ritmo decisamente pià alto e viene superato ad inizio del 9 giro da Ricciardo. Alonso prova a difendersi, ma può poco. Però non molla e prova tutto. Sainz ancora impegnato dietro Kimi, ci sta provando ancora… e lo supera al giro 9. Esterno su Kimi Raikkonen a Copse. Adesso 2 secondi da Gasly per il ferrarista.

Leclerc migliora, suo giro veloce 1.30.756, ha girato più veloce di Bottas di 2 decimi e quasi 4 più veloce di Norris. tenendo 10 secondi di margine.

Bel sorpasso di Carlos Sainz, che ha dovuto inventarsi e rischiare il sorpasso sul finlandese dell’Alfa Romeo. E recupera velocemente terreno su Alpha Tauri.

Alonso deve ora difendersi da Sebastian Vettel.

Giro veloce Hamilton 1.30.065, Bot 1.30.863, Lec 1.30.921, Norris 1.31.081

Sainz in 2 giri ha già raggiunto Gasly, ma ora c’è di nuovo un trenino anche se Ocon, davanti al francese, è fuori zona DRS di Russell. Ma prima di Ocon, c’è da superare Gasly, altro osso duro sul rettilineo.

Incidente tra Russell e Sainz verrà investigato dopo la gara.

Leclerc gira in fotocopia di Bottas, 500 millesimi più lento dei due davanti. Norris è 2 decimi più lento. Sainz sta provando ad attaccare Gasly, molto più veloce la Ferrari di quelli davanti a se, ma DRS e scia stanno rendendo complicato superare.

Riferiscono a Hamilton del Blistering per Verstappen, ma Lewis risponde che ha anche lui sta lottando con lo stesso problema. Anteriore destra per Max, anteriore sinistra per Hamilton.

Bottas 1.30.585, Leclerc 1.30.678, Norris a pista libera 1.31.401, Ricciardo 1.31.195

Vettel è attaccatissimo ad Alonso, ma lo spagnolo si sta difendendo come può dando tutto. Ora è in evidente sofferenza con le Soft. Sainz ora bloccato dietro Gasly ed Ocon entrambi con DRS da Russell.

Verstappen 1.30.049, Ham 1.30.224, Bot 1.30.488, Lec 1.30.814, Nor 1.31.004, Ric 1.30.886

Sainz supera al giro 14 Gasly, importantissimo per lui. Ora dovrà provare a fare lo stesso in 3 giri Ocon e Russell almeno. Molto complicato però

Giro veloce Verstappen 1.30.013, Ham 1.30.574, Bottas 1.30.259, Lec 1.30.544, Nor 1.30.995, Ric 1.30.872

Carlos Sainz sta provando ad attaccare Ocon che è al filo nel DRS di Russell. Leclerc ha dato 12 secondi di distacco a Norris, molti sicuramente presi approfittando di lotta Alonso-Norris, ma il ritmo è stato poi molto buono. Ocon senza DRS, giro 16, Sainz attacca con DRS, ma non riesce a chiudere il sorpasso. Perez, in tutto ciòl, non è riuscito a superare Latifi e rimane 18 per ora. Forse macchina un po’ danneggiata, ma non ideale per domani.

Ultimo giro per Max Verstappen 1.30.833, Hamilton 1.30.126, Bottas 1.30.231, Leclerc 1.30.163, Norris 1.30.566

Ritiro per Sergio Perez all’ultimo giro.
Siamo arrivati alla fine di questa Qualifica Sprint e Max Verstappen è…IN POLE POSITION!
Hamilton secondo, con giro veloce, 1.29.9378, Bottas terzo, Leclerc 4, Norris 5, Ricciardo 6. Alonso è riuscito a tenere la posizione su Vettel ed arriva 7. Il tedesco si qualifica 6. George Russell, sotto investigazione 9, Ocon 10 e Sainz dopo un incidente incolpevole finito quasi ultimo torna 11. Gasly 12, Rai 13,Str 14,Tsu 16, Lat 17, MSC 18, Maz 19. Perez ritirato.

Max Verstappen partirà in Pole Position nella gara di Domani, la Mercedes però ha dimostrato di essere molto competitiva e di poter giocare a 2 punte. Perez in grande difficoltà, partirà anche ultimo domani dopo l’errore e la brutta Sprint Qualifying di oggi, ma anche la Qualifica di ieri. Molto bene la Ferrari che sia ieri che oggi ha dimostrato un gran ritmo segno che, scarica di benzina, la SF21 si trova molto a suo agio e non ha usurato le gomme M, sia con ritmo importante e pista libera con Leclerc, ma anche in lotta con Sainz. Incolpevole lo spagnolo nel contatto con Russell, poi ottimo ritmo per tutta la gara. McLaren subito alle spalle della Ferrari con Norris e Ricciardo su ritmi molti simili, confermando la forza della macchina ma anche i progressi di Daniel. Che bello vedere Alonso lottare così duramente (un po’ esagerato sul rettilineo), ma alla fine ha tenuto dietro Vettel e lottato con le due McLaren. Russell si conferma, ma è sotto investigazione per il contatto su Carlos, vedremo cosa decideranno. Stroll continua ad essere in difficoltà, Alfa Romeo e Alpha Tauri che non sembrano brillanti come viste in altre occasioni, soprattutto la macchina di Faenza. Primo dei 3 appuntamenti andati. Dare giudizi oggi, sarebbe sbagliato. Personalmente, ho apprezzato il Venerdì elettrizzante e questa mini gara che è stata a mio avviso piacevole e che, su altre piste, permetterà anche strategie ancor più diverse – la temperatura oggi forse ha spinto più macchina alla M). Da lavorare il format del weekend: FP2 utili ad ingegneri e piloti per lavoro sul run, ma le macchine sono oramai già in parco chiuso. Quello che ci ha detto questa “Qualifica” però è che domani ci divertiremo sicuramente!

Autore: Paolo D’Alessandro