UFFICIALE: rinnovo (biennale) del contratto per Carlos Sainz con Ferrari

Il weekend di Imola si apre con l'annuncio del rinnovo di Carlos Sainz Jr. con la Scuderia Ferrari. Nessun dubbio da parte di Mattia Binotto e dei dirigenti di Maranello, la coppia Sainz-Leclerc è confermata e si conferma la linea della continuità.

Autore: Paolo D’Alessandro
Co-Autore:
Giuliano Duchessa

I rumors degli ultimi giorni potevano agitare un po le acque – a livello mediatico – ma a Maranello non c’è mai stato alcun dubbio e in vista del Gran Premio di casa hanno deciso di rendere ufficiale la scelta fatta già da tempo ossia l’estensione del contratto di Carlos Sainz con la Scuderia Ferrari, che conferma la linea della stabilità. 

Quando nel 2020 l’attuale Team Principal della Ferrari, Mattia Binotto, aveva annunciato la scelta di Carlos Sainz come compagno di squadra da Charles Leclerc, le critiche e i dubbi non si erano risparmiati. Per i media e per i tifosi Daniel Ricciardo sembrava la scelta più ovvia, ma l’ingegnere svizzero ha scommesso sul talento dello spagnolo: velocità, intelligenza, esperienza, maturità e capacita di team building. Un lavoratore che si inseriva bene nell’armonia di un gruppo che lo stesso Binotto aveva creato e il 2021 – la prima stagione in rosso di Sainz – ha confermato queste aspettative, zittendo gli scettici.

Ho detto più volte che la nostra coppia di piloti è la migliore che possiamo avere e quindi mi è sembrato un passo del tutto naturale prolungare il contratto di Carlos, garantendo così stabilità e continuità. Finora ha dimostrato di avere il talento che ci aspettavamo da lui, ottenendo risultati impressionanti e sfruttando al meglio tutte le opportunità” ha affermato il TP della squadra di Maranello. “Fuori dall’auto è un gran lavoratore con un occhio per i minimi dettagli, che ha aiutato l’intero gruppo a migliorare e progredire. Insieme, possiamo puntare a obiettivi ambiziosi e sono sicuro che, insieme a Charles, potrà svolgere un ruolo significativo nell’alimentare la leggenda Ferrari” ha concluso.

Carlos Sainz è stato sorprendente nel suo adattamento, crescendo sia in termini di velocità pura in qualifica, sfidando Charles Leclerc molte volte, ma pure aiutando il gruppo a crescere come squadra nella metodologia di lavoro – sfruttando l’esperienza in altri team – oltre che ad accrescere ulteriormente il livello del monegasco, che come fatto con Sebastian Vettel negli anni precedenti ha imparato e ‘rubato’ i pregi del compagno di squadra per migliorarsi.


Una coppia che ha funzionato talmente bene da non far avere dubbi di alcun tipo a Binotto e i dirigenti Ferrari – a discapito dei rumors sulla fantasiosa opzione Lewis Hamilton o il progetto di avere Mick Schumacher in rosso prima del tempo – iniziando i colloqui per il rinnovo già durante la passata stagione.

Il rinnovo arriva nel momento giusto: un segnale di fiducia di Carlos in vista del ‘riscatto’.

La scelta di annunciare questo rinnovo ad Imola non sarà certo casuale da parte di Mattia Binotto. Il weekend di Melbourne è stato un concatenarsi di sfortune e (qualche) errori per Carlos Sainz, ma la Ferrari crede nelle sue capacità e scommette in suo riscatto immediato, consapevoli delle sue doti e del suo modo di essere: imparerà dal weekend passato e lo userà a suo vantaggio per fare un altro step in avanti. A livello velocistico era stato il suo fine settimane migliore fino alla bandiera rossa del Q3: tempi competitivi, buon feeling con la macchina, un setup che lo soddisfaceva.

Sono molto felice di aver rinnovato il mio contratto con la Scuderia Ferrari. Ho sempre detto che non esiste una squadra di Formula 1 migliore per cui correre e dopo oltre un anno con loro, posso confermare che indossare questa tuta e rappresentare questa squadra è unico e impareggiabile. La mia prima stagione a Maranello è stata solida e costruttiva, con tutto il gruppo che è andato avanti insieme” ha affermato la spagnolo dopo aver rinnovato su base biennale il suo contratto.

“Mi sento rafforzato da questa rinnovata dimostrazione di fiducia in me e ora non vedo l’ora di salire in macchina, di fare del mio meglio per la Ferrari e di dare ai suoi tifosi tanta felicità. La F1-75 si sta rivelando una gran macchina, che può permettermi di inseguire i miei obiettivi in ​​pista, iniziando con dala mia prima vittoria in Formula 1“.

I discorsi su prima e seconda guida sono già iniziati dopo lo 0 di Melbourne, ma la Scuderia ha le idee ben chiare, prima di tutto Carlos Sainz che durante questa stagione ha più volte dichiarato quel’è il suo obiettivo primario: “Mi piacerebbe vincere la mia prima gara in Formula 1 e poi il resto vediamo. Mi piacerebbe vincere un campionato, ma prima bisogna iniziare a vincere” E la Ferrari ha tutte le intenzioni di aiutarlo in questo traguardo, tanto che da dopo l’Australia sono state molteplici le occasioni in cui Binotto ha negato l’adozione di gerarchie in Ferrari: “Non ci stiamo ponendo il problema della prima guida adesso. Charles e Carlos sono liberi di lottare. Sono due piloti forti e Carlos sta cercando la forma migliore per dimostrare di essere a livello di Charles e sono convinto che potrà riuscirci”

Carlos Sainz Jr. ad Imola (per la preview clicca qui) disputerà il suo 152imo Gran Premio di Formula 1 ed è ancora alla ricerca della sua prima Pole Position e della sua prima vittoria, ma quest’anno più che mai ha dimostrato – grazie anche alla F1-75 che ha a disposizione – di poter avere le possibilità di arrivare a questo risultato. Dopo 17 gare a punti consecutive a Melbourne è arrivato il suo primo zero con la Ferrari – non si ritirava da Russia 2020 con la McLaren – ma lui insieme alla Ferrari sono pronti a ripartire sperando che l’aria di casa e il rinnovo siano un Boost in più verso Imola.